Transumanesimo, l’ideologia Woke e Umani Ibridi

C’è qualcosa di unificante nei cambiamenti sociali, culturali e politici che sembrano essere apparentemente fenomeni distinti: Transumanesimo, Singolarità, Gnosi, L’ideologia Woke e Umani Ibridi (Rh-negativo). Il fattore unificante si chiama “Gnosi”.

Transumanesimo

 

Alcuni esperti di intelligenza artificiale profetizzano che il futuro dell’umanità sarà la Singolarità e il Transumanesimo, cioè l’integrazione della psiche umana nei computer…

Come il paradiso, la Singolarità si può declinare in molte versioni, ma la maggior parte di esse presuppone che si acceleri sulla strada del cervello bionico. In una prima fase diventeremo cyborg, e saranno i chip cerebrali a modificare la nostra percezione, la nostra memoria e la nostra intelligenza.

Alla fine, abbandoneremo del tutto il nostro IO in carne e ossa e caricheremo la nostra psiche digitalizzata nei computer. E abiteremo felicemente e per sempre nel cyberspazio.

Citando i progressi esponenziali dell’informazione, codificati dalla legge di Moore, si profetizza “una fusione d’intelligenza biologica e non biologica” che culminerà in “esseri umani basati su software immortali”. E l’avvento della Singolarità non è previsto nell’arco di un millennio, o di un secolo, ma di qualche decennio.

La Teoria della Singolarità

L’idea è quella di un’umanità destinata a trascendere la propria condizione corporale per integrarsi con le macchine verso una condizione post-umana. Questo balzo verso il “paradiso” dei transumanisti, o sarebbe meglio cominciare a chiamarlo “Pleroma(Pleroma è il mondo divino emanato dall’Uno Inconoscibile. E’ costituito da entità divine meravigliose e splendenti di grado via via inferiore chiamate Eoni), dovrebbe avvenire quando la tecnologia compirà un balzo tale da consentire il trasferimento della nostra coscienza in un circuito elettronico o hard disk.

Le sfide del transumanesimo

È sostanzialmente un’ideologia filosofico scientifica che si propone di propiziare un passaggio dell’umanità ad una condizione di vita superiore, liberata dai vincoli biologici.

Il transumanesimo, spiega Bostrom, è un movimento culturale, intellettuale e scientifico che afferma il dovere morale di migliorare le capacità fisiche e cognitive della specie umana e di applicare le nuove tecnologie all’uomo, affinché si possano eliminare aspetti non desiderati e non necessari della condizione umana come la sofferenza, la malattia, il dolore e l’invecchiamento, con l’unico scopo di diventare immortali.

Ciò che però caratterizza il transumanesimo

è utilizzare, per questo passaggio, le cosiddette scienze evolute, ovvero la genetica, la robotica, l’informatica, le nanotecnologie e la Singolarità. Al contrario dell’evoluzione naturale che ci ha condotti fino all’Homo sapiens, il transumanesimo ritiene che mediante queste scienze siamo in grado di raggiungere lo stadio dell’Homo semi-divino, cioè l’uomo completamente trasformato dalla tecnologia e immortale.

Esistono certamente diversi transumanisti, ma ciò che li accomuna è proprio questa fiducia incondizionata nelle nuove scienze e tecnologie evolute per poter liberare l’uomo da una situazione che essi giudicano deplorevole, al pari del pensiero gnostico, dove, il corpo è considerato una prigione è la componente materiale, somatica, configurandosi come una sorta di “gabbia”, di “trappola” o “tomba” in cui l’elemento pneumatico o Scintilla Divina è imprigionata, sottomesso al potere demiurgico e agli influssi delle potenze astrali (Arconti). 

Il dominio del demiurgo e degli arconti è spesso chiamato dagli gnostici heimarmene (“destino”) ed è spesso concepito come crudele, tirannico e oppressivo all’estremo. Questo perché questi arconti sono le creazioni di un “dio” caduto, ignorante e minore, la cui creazione è semplicemente una copia ombra imperfetta del Pleroma.

L’uomo, come lo conosciamo adesso, scomparirebbe.

Sarebbe un uomo interamente inventato dall’uomo. Il titolo,” A nostra immagine”, richiama la Gnosi quando dice che siamo stati creati a immagine del Demiurgo e dei suoi Arconti, mentre i transumanisti sono convinti che ora spetti all’uomo costruire se stesso a propria immagine, che egli possa raggiungere uno stadio di “semi-divinità”, come la chiama Kurzweil.

Non c’è più alcun riferimento a Dio, e la religione che propongono è una religione fatta dagli uomini per gli uomini, dove non vi è più nulla di soprannaturale o di trascendente, privi cioè, di quella Scintilla Divina che chiamiamo Anima.

Ideologia Woke chiamata anche “Cancel Culture”

La wokeness non è rivolta a chi soffre, le cui lamentele vorrebbero una “riparazione” della società, tale ideologia agisce sulla maggioranza (della popolazione bianca), i presunti beneficiari dell’ingiustizia. Lo fa facendo capire alla maggioranza bianca che ha beneficiato di “privilegi” basati sul colore della pelle, sul genere (patriarcato), sulla propensione sessuale (eteronormatività), sul luogo di nascita (colonialismo, imperialismo), sul genere d’identità (cis gender) e sul dominio della natura (specismo) solo per citare alcuni esempi.

L’elenco potrebbe andare avanti, ma l’idea di base è che questa maggioranza (bianca) deve essere “riabilitata” per così dire, le masse bianche, devono capire che hanno ottenuto tutti i vantaggi di cui hanno finora goduto sulla base del trattamento ingiusto degli altri, direttamente o indirettamente, e questo trattamento ingiusto si basa sulle circostanze proprie della nascita. Il “privilegio” della maggioranza bianca è arrivato a spese di quelle minoranze designate come beneficiarie della wokeness e quest’ultima è il mezzo per rettificare tutte le ingiustizie.

L’ideologia Woke prevede,

che uno perda tutti i propri diritti, perché anch’essi sono a spese di altri. Pertanto, la wokeness instilla la convinzione dell’indegnità della maggioranza bianca a prosperare ed a godersi la vita. La wokeness indottrina la maggioranza bianca ad un futuro senza proprietà, senza cultura, senza identità, senza storia, senza origini, (non avrai nulla e sarai felice), mentre gratifica la Sinistra ed i suoi principali propagatori ideologici con un senso di superiorità morale (pensiero unico e cancel culture).

Questa ideologia sembra creata apposta dai padri del Grande Reset (Davos) per indirizzare i giovani verso la cancellazione delle Culture, delle vecchie religioni, della famiglia, della storia, in poche parole distruggere ogni identità delle proprie origini e distruggere psicologicamente e materialmente chi osa alzare la mano per esprimere il proprio pensiero discordante. Nulla di diverso dalla vecchia Gnosi sotto la tirannia del Dio Malvagio il Demiurgo con i suoi Arconti che hanno creato questo universo imperfetto, caotico. crudele, tirannico e oppressivo.

la Gnosi

si riscontra nel neoplatonismo, nell’ebraismo del Secondo Tempio, nelle religioni misteriche e nello zoroastrismo, ma ebbe ampia diffusione anche nel cristianesimo e in particolare nel fenomeno medievale del catarismo. Ecco che adesso i nuovi gnostici, figli di un’era tecnologica, intravedono la possibilità di compiere il salto “liberatorio” in un microchip e diventare immortali liberandosi finalmente del corpo e diventare un Arconte (senz’Anima o Scintilla Divina) al servizio del Demiurgo (che non sa di essere un Dio minore).

Il corpo come prigione

(dell’Anima o Scintilla Divina presente nei corpi degli umani Rh-negativo) ) significa anche un’umanità come prigione e quindi un’umanità la cui stessa esistenza è considerata una colpa. Per la gnosi la riproduzione è da evitare e il sesso deve essere vissuto in modo disgiunto da essa, in particolare è raccomandato quello fuori dal matrimonio.

Meglio di tutti sono i rapporti sterili o quelli che si concludono con la morte del concepito. La Gnosi  nelle sue varie forme storiche, era arrivata a definire: l’omosessualità, la fornicazione, l’aborto, l’adulterio, l’onanismo, l’autoerotismo e ogni altra forma perversa di rapporti sessuali, espressioni di liberazione della scintilla divina (Anima) nascosta nel bruto corpo umano.

Per la Gnosi l’umanità è una trappola creata da un dio cattivo (quello dell’Antico Testamento “Il Demiurgo”) per tenere prigioniere le scintille divine. Gli gnostici dividono l’umanità in tre categorie: pneumatici, psichici, ilici.

I primi (pneumatici o Rh-negativo puri) sono coloro che possedendo la Scintilla Divina (Anima) e quindi la conoscenza (o gnosi), sono predestinati alla salvezza.

Gli psichici (Rh-negativo ibridi o Animici),

Questi esseri umani hanno la capacità di dominare le passioni ed i bassi istinti, ma non ne sono completamente liberi.
Hanno la possibilità di indagare le leggi della natura e di comprendere le verità superiori, sono dotati di libero arbitrio: possono scegliere tra il bene ed il male e quindi hanno la possibilità sia di salvarsi se avranno compreso le verità superiori o in caso contrario dovranno reincarnarsi, tornando nel mondo materiale per continuare il loro perfezionamento spirituale fino a raggiungere la salvezza attraverso Sophia nel Pleroma.

 Gli ultimi (ilici)

La stragrande parte dell’umanità è costituita dagli ilici i quali: nascono, si riproducono e muoiono, vivendo come gli animali, vittime delle loro passioni, sono schiavi dei pensieri che nascono nella loro mente e degli istinti più bassi, ira, odio, invidia, gelosia, cattiveria, avidità etc … si alternano nella loro mente e li dominano completamente.

Non hanno nessun controllo sui loro istinti come la fame o il desiderio sessuale e sono freneticamente sempre alla ricerca del loro piacere personale. Vivono come se non esistesse la morte in una affannosa ricerca di piaceri e beni materiali. Sono attaccati al proprio io e vedono “l’altro” quasi sempre come un nemico. Spesso sono capaci di atrocità e crudeltà verso i loro simili e gli altri esseri viventi.
Quando l’uomo ilico muore, non resta più alcuna traccia di lui, scompare nel nulla. Hanno l’aspetto di uomini ma sono esattamente uguali alle bestie, o le bestie sono uguali a loro, e vengono trattati dagli Arconti come galline in un pollaio d’allevamento o un gregge di pecore nell’ovile.

Per la Gnosi la tirannia del dio malvagio

sarà spezzata solo quando l’umanità sarà estinta. Gli gnostici amano la depopolazione e l’eugenetica che elimina gli ilici, gli imperfetti e le razze inferiori, che sono specie senz’Anima.

Gli gnostici sono elitari e si servono degli psichici (inconsapevoli di chi sono) e degli ilici come un essere superiore si serve del bestiame, ecco perché anche gli ilici finisco per lavorare spontaneamente e inconsapevolmente per l’élite gnostica.

Tutte queste ideologie che derivano o si fondano nello Gnosticismo sono deleterie per gli Umani Rh-negativo (con il DNA privi del locus genetico Rhesus, quindi con la Scintilla Divina “Anima”) in quanto viene impedito loro di raggiungere quella consapevolezza di chi sono evitando, il più tardi possibile, il ricongiungimento con la Divinità “Sophia” nel Pleroma.

CONTACT

Loading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *