Rh-negativo Animici dai Sumeri alla Gnosi a oggi

 

Rh-negativo Animici – Percorrendo la storia dell’umanità dai Sumeri (5000 a.C.) alla Gnosi (70 d.C.) sino ai giorni nostri, esistono due tipologie di esseri umani simili ma geneticamente diversi?

in modo più o meno esplicito e con terminologie differenti è praticamente sempre presente, in tutte le correnti di pensiero, l’esistenza di due o tre specie umane differenti.

RH-negativo

Dedicato agli Umani Rh-negativo Animici (con il DNA privo del locus Rh “Rhesus” nel cromosoma 1)

“Con mente Chiara e Luminosa affronta audace il tuo Destino, senza indugio percorri la Via che conduce alla Conoscenza. Con Cuore Puro e Volontà di ferro, niente e nessuno ti può fermare. Per te ogni cosa diventa possibile”

Rh-negativo Animici – “Siamo tutti uguali” è lo slogan col quale da molti decenni veniamo occultamente indottrinati attraverso l’ideologia del pensiero unico (Neo Liberismo, Woke – Cancel Culture) e chi osa affermare il contrario, è guardato con disprezzo, insultato, censurato, emarginato e considerato “strano” e magari anche ignorante e razzista. I terribili accadimenti di questi ultimi tre o quattro anni ci hanno insegnato che non siamo affatto “Tutti Uguali” anzi, questi accadimenti ci hanno insegnato senza ombra di dubbio che vi sono TRE CATEGORIE UMANE di cui DUE “Specie” assolutamente incompatibili.

Quando due individui appartengono alla stessa specie?

Due organismi appartengono alla stessa specie se sono in grado, anche potenzialmente, di incrociarsi e produrre una progenie fertile senza interventi esterni. Se non lo sono, significa che appartengono a due “Specie” diverse.

“Se siete Rh-negative e vostro figlio è Rh-positivo, il vostro organismo reagirà al sangue del bambino identificandolo come un corpo estraneo, di conseguenza, Il sistema immunitario della madre riconoscendo come estranei i globuli rossi del feto, produrrà anticorpi, chiamati anti-Rh, per distruggere i globuli rossi Rh-positivi del feto provocando l’aborto (Cosiddetto) spontaneo. Gli anticorpi, una volta sviluppati, rimangono nel vostro organismo, quindi l’incompatibilità dell’Rh causerà problemi nella seconda gravidanza e in quelle successive (se il figlio che state aspettando è Rh- positivo).”

Esistono tipologie di esseri umani simili ma geneticamente diversi ? e gli Rh-negativo Animici?

L’antica Dottrina Gnostica è proprio indirizzata a chi si sente straniero in questo mondo, quasi per chiarirgli la natura della sua diversità. L’esistenza di tre tipi umani differenti è un concetto peculiare dello Gnosticismo Valentiniano ma, anche se in modo meno esplicito e con terminologie differenti, è praticamente presente in tutte le correnti gnostiche che fiorirono nei primi secoli dopo la morte di Cristo.

Per questo motivo, nel descrivere questi tre tipi umani, cercheremo di allargare l’orizzonte senza soffermarci al solo concetto Valentiniano, sicuramente autorevolissimo, ma che, a nostro giudizio, ci darebbe una visione limitata, e troppo legata alla Metafisica Valentiniana. Prima di descrivere questa tripartizione, dobbiamo evidenziare che, in tutti gli “gnosticismi”, l’uomo gnostico è considerato un tipo umano differente dal resto dell’umanità, straniero in questo mondo, creato e governato da Potenze oscure (dal Demiurgo con i suoi Arconti) che nulla sanno del mondo divino ad esse superiore.

L’uomo gnostico ha in se la Scintilla Divina di Sophia (Rh-negativo Animici),

la Sapienza, che non proviene dai fabbricatori di questo mondo, ma dal Pleroma il mondo superiore. In quasi tutti i sistemi gnostici le Potenze creatrici e reggitrici del mondo hanno una connotazione estremamente negativa. Esse sono gli Arconti con il loro principe Yaldabaoth (Demiurgo), mostruosa creatura, nato da un drammatico errore generato da Sophia, spesso identificato col Dio del Vecchio Testamento, arrogante, geloso, crudele, vendicativo ed ignorante di tutto ciò che è al di sopra di Lui.

In effetti, nella maggioranza delle scuole gnostiche, è riconosciuta solo la ripartizione tra: la stragrande maggioranza dell’umanità (ilici) schiava degli Arconti e della loro Legge spietata, ed i pochi  umani Psichici e Gnostici che in Valentino sono chiamati Pneumatici, che sono al di sopra di tale Legge. Ciò premesso veniamo alla descrizione di questi tre tipi umani “Ilici, Psichici e Pneumatici”:

Ilici

La stragrande parte dell’umanità è costituita dagli Ilici (Hyle = terra). Ed è proprio la materialità che prevale in chi appartiene a questa categoria. Essi nascono, si riproducono e muoiono, vittime delle passioni e degli istinti più bassi, sono schiavi dei pensieri che nascono nella mente dei loro carcerieri (Arconti): Ira, odio, invidia, gelosia, cattiveria, avidità etc … si alternano nella loro mente e li dominano completamente.

Non hanno nessun controllo sui loro istinti come la fame, il desiderio sessuale, il possesso e sono freneticamente sempre alla ricerca del potere e piacere personale. Vivono come se non esistesse la morte in una affannosa ricerca di piaceri e beni materiali. Sono attaccati al proprio “io” e vedono “l’altro” quasi sempre come un nemico. Spesso sono capaci di atrocità e crudeltà inenarrabili verso i loro simili e gli altri esseri viventi, per i loro fini materialistici. Quando l’uomo Ilico muore, non resta più alcuna traccia di lui, scompare nel nulla.

Psichici (Rh-negativo – Animici poco consapevoli)

Una piccola parte dell’umanità è invece costituita dagli Psichici (Animici che devono raggiungere la consapevolezza delle Verità Superiori). Negli Psichici e Pneumatici fu nascosto, ad insaputa del Demiurgo, il Seme Spirituale o Scintilla Divina della Sophia, questi esseri umani hanno la capacità di dominare le passioni ed i bassi istinti, ma non ne sono completamente liberi.

Ingabbiati, incarcerati, imprigionati in questo mondo, vedono costantemente i propri desideri e diritti calpestati e percepiscono pertanto la realtà che li circonda come un’entità ostile, estranea, incomprensibile e profondamente maligna, hanno poca consapevolezza o intuizione del mondo superiore, ma hanno la possibilità di elevarsi agli stadi superiori di coscienza e di comprendere le verità superiori e salvarsi, tornando con l’Eone Sophia nel Pleroma.

A differenza degli Ilici che sono schiavi delle proprie passioni, gli Psichici sono dotati di libero arbitrio: possono scegliere tra essere dominati (schiavi) degli Arconti o raggiungere la consapevolezza delle Verità Superiori. Hanno tante qualità importantissime, una delle quali è l’Empatia (la capacità di sintonizzarsi sulla frequenza del prossimo), è una qualità molto complessa perché comporta l’uscire da sé stessi, andare verso l’altro, di sentire che cosa sente l’altro, di percepire la gioia, il dolore dell’altro…

Dopo la morte, secondo alcune scuole di pensiero, se avranno scelto di essere schiavi degli Arconti torneranno nel mondo materiale (Reincarnazione) per continuare il loro tentativo di perfezionamento spirituale, se avranno scelto la strada della consapevolezza delle Verità Superiori potranno ricongiungersi al mondo Divino Superiore (Pleroma) attraverso Sophia.

Gli Arconti sono le 7 Potenze creatrici  e reggitrici di questo mondo, talvolta denominate Angeli Creatori. 

Hanno un aspetto essenzialmente negativo e sono ignare di tutto ciò che è al di sopra di loro (del Pleroma). Hanno creato l’uomo “a loro immagine e somiglianza”, lo tengono schiavo, gli hanno imposto la loro terribile Legge e gli impediscono l’ascesa al Pleroma. In genere vengono ritenuti in numero di sette ed il loro “capo” è Yaldabaoth (Samael o Demiurgo), identificato col terribile Dio del Vecchio Testamento, arrogante, geloso, crudele e vendicativo. Secondo le principali tradizioni i loro nomi sono: Yaldabaoth, Iao, Sabaoth, Adonai, Elohim, Astaphain, Horaios.

Gli Arconti, sono Demoni di quarta dimensione che si servono dei difetti dell’uomo per parassitare la sua Anima, che in condizione di sofferenza, disperde un particolare tipo di elettromagnetismo, chiamato Energia Aurea, o Energie Sottili.

L’interferenza Arcontica cerca di paralizzare il cuore e la mente, impedendo all’Essere (Anima) di completarsi nell’IO ed attivare il Christos Solare.

Separazione e sofferenza sono l’obiettivo degli arconti,

fondamento della loro strategia di estrazione dell’Energia Aurea, utile al sostentamento dei loro corpi eterici e del loro mondo di quarta  e quinta dimensione. Alcuni ricercatori sostengono che questo è l’oro degli Anunnaki di cui parlava Zecharia Sitchin, confondendo dinamiche sottili che sono dell’Anima, con accadimenti fisici più semplici da accettare. Gli arconti infatti, non hanno mai estratto oro fisico dal pianeta terra, ma bensì Energia Aurea o (Energia Cristica secondo la Gnosi).

Identificati in altre epoche, come Anunnaki, Nephilim, alieni grigi, o di altra natura, sono Demoni di quarta dimensione che parassitano le Anime mantenendole, alla morte del corpo (la loro prigione), nel ciclo delle reincarnazioni impedendo all’Essere (Anima) di completarsi nell’IO ed attivare il Christos Solare per il ricongiungimento alla Divinità Superiore “Sophia” (nel Pleroma), parassitando le Energie Sottili da un particolare tipo di elettromagnetismo che ogni Anima, prigioniera nel corpo umano, va disperdendo nel momento in cui viene posta in condizione di Sofferenza.

Il Potenziale Elettromagnetico disperso dalle Anime in condizione di Sofferenza, sono le Energie Sottili derivanti dalla Scintilla Divina (il seme spirituale del “Eone” Sophia) che è l’Essenza stessa della Vita. E’ Questa l’Energia Cristica della quale sono intrise le Anime umane, che, sia il Demiurgo che i suoi Arconti cercano di parassitare.

Pneumatici (Rh-negativo – Animici consapevoli)

In numero ancor più limitato sono gli uomini Pneumatici, spesso definiti semplicemente Gnostici. Negli Psichici e Pneumatici o Gnostici fu nascosto, ad insaputa del Demiurgo, la scintilla Divina della Sophia, ed essendone consapevoli (al contrario degli Psichici che devono raggiungere tale consapevolezza) sono predestinati, indipendentemente dal loro comportamento, a ricongiungersi col mondo divino superiore (Pleroma). Oggi li chiamano “Illuminati”.

Gli uomini Pneumatici non sono di questo mondo. Come già abbiamo accennato sono stranieri (allogeni “di altra stirpe“), al di sopra della Legge degli Arconti che ne riconoscono la superiorità, pur non sapendo da dove proviene.

Questi uomini sono consapevoli che questo mondo è il regno del male, lo disprezzano e non si occupano delle sue vicende. Talvolta assumono le vesti di Maestri che vengono in aiuto di coloro che sono Pneumatici, ma inconsapevoli di possedere la parte “Divina”, ed anche di quegli esseri Psichici che stentano a  raggiungere la consapevolezza delle verità superiori.

Nel 2012 un’Antropologa e ricercatrice indipendente scriveva, “ci sono 2 specie di umani che camminano su questo pianeta“:
1) Gli Esseri Spirituali Liberi (il 14% circa della popolazione) Rh-negativo Animici.

Magnifici quando realizzati nel loro potenziale; un vero e proprio capolavoro della natura. Hanno capacità di amore per se stessi e per gli altri. Sono empatici, compassionevoli, riconoscenti, capaci di cooperazione e di solidarietà. Riescono a raggiungere stati di coscienza superiore e sono consapevoli che ogni loro pensiero, parola o azione ha un impatto sul mondo esterno, sugli altri e su loro stessi. Se sbagliano fanno di tutto per rimediare, per assumersene la responsabilità e per migliorare come possono. Hanno intuizione e creatività per affrontare la vita quotidiana con flessibilità e senza stress.

Se un gruppo di Esseri Spirituali Liberi viene messo su un’isola con poche risorse non rischia l’estinzione grazie principalmente alla cooperazione, la solidarietà, l’empatia e naturalmente alla coscienza-consapevolezza creativa. Grazie a queste informazioni l’Essere Spirituale Libero può concentrarsi sulle cose che nella vita portano gioia, serenità, pienezza e completezza piuttosto che sulle cose, esclusivamente materiali, che i mass media e la pubblicità ci dicono che ci mancano per poterci completare ed “essere accettati nel nuovo mondo” in una forma di schiavitù totale. Gli Esseri Spirituali Liberi si manifestano nella loro unicità, accettano se stessi e gli altri per quello che sono. Gli Esseri Spirituali Liberi sono stati generati per immaginare e per creare. Sono incapaci di crudeltà e di violenza gratuita…

2) I Predatori-Psicopatici senza coscienza-consapevolezza.

Sempre di aspetto umanoide ci sono poi i predatori chiamati anche psicopatici o i senza coscienza-consapevolezza. I predatori-psicopatici puri sono il 8% della popolazione, con intensità diverse della patologia il restante 52%, il restante 26% risulta neutro (felice di vivere in cattività).

I predatori psicopatici non rappresentano solo il concetto mitologico legato ai serial killer e anche se la maggior parte non sono violenti fisicamente, come ci vogliono fare credere, sono tutti violenti psicologicamente ed emotivamente…ed è per questo che ci danneggiano collettivamente e individualmente; con la tecnica del “crazy making” entrano nella nostra testa e cambiano la nostra realtà facendoci credere nel tempo che il bianco è nero e il nero è bianco. Tutti senza eccezioni stravolgono la vita degli Esseri Spirituali Liberi che li circondano e come i buchi neri li trascinano in un pozzo buio senza fine…

Lo spectrum della patologia parte dalle zecche parassite

che non mollano più il malcapitato rendendogli una vita d’inferno:

  • isolandolo dal mondo tra critiche, accuse e sensi di colpa;
  • fingendosi socialmente funzionale che si districa nella società;
  • sfruttando chiunque incontri grazie ad una maschera di benessere mentale portata con destrezza e con fare opportunista;
  • predatore che usa la maschera del maschilismo per sfruttare e schiavizzare le donne considerandole solo degli oggetti sessuali o degli oggetti di procreazione;
  • favorito dai poteri forti perché senza scrupoli e senza vergogna;
  • infine ai serial killer, gli assassini, i pedofili, i violentatori e i truffatori che non riescono più a gestire la loro patologia e continuano ad auto-giustificarsi finché la fanno franca e non vengono colti sul fatto…

Hanno tutti più o meno gli stessi tratti e le stesse strategie e sono tutti potenzialmente degli assassini (specialmente in momenti di grande caos) anche se la maggior parte non lo farebbe mai perché troppo complicato per farla franca e per non avere problemi…

La psichiatria medica patologica

ha raggiunto dei risultati avanzatissimi grazie alla tecnologia e alle eccellenti analisi e indagini dei ricercatori. Oggigiorno, infatti, è possibile individuare uno psicopatico o una psicopatica molto facilmente. Basta fare la foto del cervello con il MIR scanner o risonanza magnetica e quando il lobo frontale è atrofizzato e non funziona ci si trova davanti a uno/a psicopatico/a.

Un altro test effettuato da queste nuove tecnologie, molto semplice ed efficace è quello di mostrare al paziente una serie di foto in cui si alternano foto di gioia e di amore con foto cruente di corpi straziati. Grazie agli elettrodi si può notare che nel cervello dello/a psicopatico/a non c’è differenza alcuna visto che non avendo emozioni una foto vale l’altra e ai suoi occhi sono tutte uguali.

Tutte le ricerche effettuate dai Sumeri ad Oggi

conducono fondamentalmente alla stessa conclusione: una parte dell’umanità seppur piccola (solo dal 10 al 15% – che si sta riducendo sensibilmente ogni anno) è geneticamente diversa. Tanto che l’ipotesi degli umani con Anima (Rh-negativo Animici) dà loro la capacità di auto consapevolezza individuale e la capacità di elevarsi a stadi superiori di Coscienza, permettendo loro di avere i doni dell’empatia e delle emozioni che infondono energia e potere all’Anima.

(L’Anima è il nucleo della coscienza individualizzata, quell’aspetto permanente del proprio essere che rappresenta il vero “Sé”, che accumula esperienze e saggezza spirituale per tutta la vita. È la scintilla divina, la sede del libero arbitrio, il frammento olografico del Creatore che risiede proprio al centro del tuo essere, l’IO che sei tu, l’osservatore cosciente interiore capace di osservare anche la propria auto-osservazione…).

Definizione di Anima di alcuni ricercatori del nostro tempo: Matrice a Punti di Luce  >> Anima, il nucleo della “Coscienza” individualizzata <<

CONTACT

Loading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *